Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece usati cookies di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookies nel sito e leggere come disabilitarne l'uso leggi la nostra informativa estesa.

A Villa Contarini puoi gustare tutte le novità dal mondo della pizza!

Pizze esclusive con ingredienti di altissima qualità

L'esperienza accumulata in questi anni fa si che la nostra pizzeria possa proporre pizze sempre più speciali, con diversi impasti frutto di una ricerca continua da parte del nostro staff, impasti con farine selezionate tra le migliori del mercato e di altissima qualità

 

LA CLASSICA

Per la nostra PIZZA CLASSICA uso farina 00, acqua lievito sale e olio extra vergine di oliva. L'impasto ha sempre almeno un giorno tra lievitazione e maturazione ed è impastata con l'impastatrice a bracci tuffanti che assicura la massima ossigenazione e una incordatura moderata al fine di ottenere una pizza ben alveolata.

 
 

                                       KAMUT

Realizzata con il 50% di farina kamut ed il rimanenete con una miscela di altre farine ( non è possibile usare solo kamut perche contiene poco glutine )..
Il kamut è un marchio registrato ed indica la farina di khorasan che è un tipo di grano molto antico che non necessita di alcun tipo di pesticidi e fertilizzanti, quindi naturale.

LA PINSA ROMANA

La Pinsa Romana, antenata della pizza , ha origini molto antiche , ma è tornata in auge negli ultimi anni grazie al recupero dell'antica ricetta, risalente ad epoca romana, e al diffondersi sempre crescente di pizzerie (o meglio pinserie) dedicate esclusivamente a questo tipo di focaccio, molto simile alla pizza. Il suo impasto è morbido e croccante all'esterno e di elevata digeribilità.
La moderna Pinsa è una rivisitazione dell'antica ricetta proveniente dalle popolazioni contadine romane che macinando diversi tipi di cereali (miglio, orzo, farro) ed aggiungendo sale ed erba aromatiche preparavano delle schiacciate o focacce dalla forma allungata, Il termine pinsa deriva dal latino pinsere,che significa schiacciare, macinare. La ricetta originale nei secoli è stat in cario modo modificata, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove con rivisitazioni moderne, abbinate alle tecniche di lievitazione e maturazione, è nata la pinsa romana moderna.
Tutte queste caratteristiche rendono la pinza molto fragrante, leggera e digeribile.
E' una ricetta naturale di origine casalinga, una focaccia morbida dentro, alta e alveolata, croccante fuori, dal sapore rustico e antico.